Menu
Menu

Iniziamo La Psicoterapia

 Che cos’è/Perchè/Quando?

starting

Il termine psicoterapia deriva dal greco antico psyche (ψυχή che significa “vita” nel senso di “respiro, spirito, anima”, ma anche “io” nel senso di personalità cosciente) e therapeia (θεραπεία, con il significato di guarigione). Così, la psicoterapia è un processo incentrato su come aiutare le persone a guarire, impararando a cambiare quei comportamenti che si dimostrano disadattivi o poco funzionali allo star bene.

Cliente e terapeuta lavorano insieme in modo collaborativo e rispettoso attuando tecniche terapeutiche che aiuteranno la persona a raggiungere l’obiettivo da lei desiderato.

Attraverso la psicoterapia, l’uomo (inteso come essere umano) può conoscere meglio l’origine della propria sofferenza psichica e può imparare strategie efficaci ed efficienti per affrontarla e superarla.

La psicoterapia moderna tende a proporre trattamenti a breve termine, con una durata inferiore ad un anno. Anche la maggior parte dei più comuni disturbi mentali può essere trattata con successo in questo lasso di tempo, spesso grazie alla combinazione di psicoterapia e farmaci.

La psicoterapia è senza dubbio più efficace quando è il cliente stesso (e non altri per lui) che si attiva per prenotare il suo appuntamento con il terapeuta. Già questo rappresenta il primissimo passo verso il cambiamento.

Generalmente, attuare modifiche può risultare difficile per molte persone, anche quando sono vi è consapevolezza che è giunto il momento giusto per quei cambiamenti ormai necessari. Il cambiamento può spaventare. “Cambiare” significa alterare gli aspetti della nostra vita che per noi non funzionano più, o stanno contribuendo a mantenere i nostri problemi o disagi.

Non è affatto insolito avere sentimenti contrastanti, sentirsi ansiosi o ambivalenti quando cominciamo a pensare di iniziare una psicoterapia.

“Sarò in grado di apportare modifiche?”
“Come posso farli?”
“Ho già provato a cambiare e non ha funzionato. Non fa per me! ”
“Cosa succede se cambio e poi non vado più bene al mio partner, alla famiglia, agli amici?”

Anche la persona più motivata che inizia la psicoterapia può sentire un po’ di apprensione verso questa nuova avventura. In veste di psicoterapeuta, posso dire che si tratta di una reazione assai comune. Per iniziare un percorso psicoterapeutico, molti nuovi clienti hanno bisogno di una sorta di “psico-educazione alla psicoterapia”, come per essere rassicurati su alcuni aspetti. Ci può essere la tendenza ad anticipare ciò che il terapeuta potrebbe essere, del tipo: “Il terapeuta mi giudicherà male?”, “Il terapeuta penserà che io sia pazzo?”.

Niente di tutto ciò!

Siete forse tra coloro che nutrono sentimenti contrastanti in merito al pagamento di un compenso per la vostra psicoterapia, anche se trovate il terapeuta con cui volete davvero lavorare? Fermatevi per un attimo a pensare a come spendete i soldi in altri settori della vostra vita… (€ 5 al giorno per le sigarette o almeno € 300 per la borsa all’ultima moda), …e ora chiedetevi se vale la pena spendere un po’ del vostro denaro per fare quelle modifiche comportamentali necessarie per dare una svolta decisiva alla vostra vita.

L’investimento più importante che puoi fare è quello che fai in te stesso!

Non c’è bisogno di essere “pazzi”, disperati o sentirsi come sull’orlo di un precipizio per iniziare una terapia. D’altra parte, la terapia non è necessaria per ogni difficoltà che si incontra nella vita, soprattutto se si dispone di un buon supporto da parte di familiari e amici. Quindi, come si fa a sapere se si ha veramente bisogno di una psicoterapia?

Ci sono alcuni segnali chiari a cui fare particolare attenzione, per esempio:

  • Ti senti sempre triste, carico di rabbia, non ti riconosci più.
  • Hai reazioni esagerate di fronte ai normali eventi della vita quotidiana
  • Ti imbatti sempre in relazioni difficili e insoddisfacenti
  • Ti senti sfiduciato, impotente e incapace di fare qualunque cosa
  • Hai ricorrenti mal di testa, un continuo nodo allo stomaco, dolore al petto, sensazione di malessere generalizzato
  • Eccedi nell’uso di alcool, droghe, cibo o sesso per far fronte allo stress o altri disagi
  • Hai vissuto un’esperienza traumatica o la rottura di una relazione e non riesci a smettere di pensarci
  • Ti senti distaccato dalle persone e dalle attività che hai sempre amato
  • Avverti la necessità di essere più in sintonia con te stesso e con il tuo corpo

    4 Miti e realtà della psicoterapia

    1. Non ho bisogno di uno psicoterapeuta. Io sono bravo a risolvere i miei problemi da solo.

    Nessuno vuole metterlo in dubbio, ma il terapeuta ti aiuterà in modo “neutrale” a riacquisire una maggiore obiettività e osservare la questione specifica da un punto di vista differente; cosa che l’eccessivo coinvolgimento emotivo ti impedisce. Ti sosterrà inoltre nel raggiungimento di una maggiore comprensione di te stesso e nel tuo processo decisionale in vista del tuo personale benessere e successo.

    2. La psicoterapia è solo per i pazzi.

    La psicoterapia, da non confondersi con la terapia psichiatrica, è per coloro che hanno abbastanza consapevolezza di sé per rendersi conto che hanno bisogno di un aiuto esterno e vogliono mettersi in gioco, imparare nuove tecniche per fare dei cambiamenti sani nella propria vita.

    3. Gli psicoterapeuti vogliono parlare solo dei miei genitori.

    Esplorare i rapporti familiari a volte può chiarire pensieri e comportamenti che mettiamo in atto nella nostra vita odierna, ma non è certo l’unico obiettivo della psicoterapia. Non si tratta affatto di dare colpe ai genitori o soffermarsi sul passato.

    4. La gente che va in terapia è solo gente debole.

    Non voglio spaventare nessuno, ma la terapia è per gente che fondamentalmente è “tosta”! Il miglioramento avviene solo attraverso uno sguardo profondo e realistico nei confronti di se stessi e della propria vita, assumendosi la piena responsabilità delle proprie azioni. Il tuo terapeuta ti accompagna e ti sostiene, ma sei tu quello che deve fare il “lavoro di scavare”.

    Milioni di persone ogni anno beneficiano di un percorso psicoterapeutico. Gli studi scientifici hanno dimostrato che il 75-80% dei clienti che iniziano una psicoterapia mostrano significativi miglioramenti verso differenti forme di disturbo/ difficoltà, utilizzando la psicoterapia nelle sue diverse modalità, tra cui la terapia individuale, di coppia, di famiglia o terapie di gruppo.